Una Mondolfiera in arrivo

imagesBorgo Revel, luglio 2016
Mondolfiera si presenta al Borgo, una grande casa per ospitare piccoli in difficoltà.
Ugo e Beatrice, dopo mesi di preparativi, presentano il loro nuovo nido immerso nel verde a tutta la popolazione, con la benedizione di Don Giuseppe Boero, il sostegno della cooperativa Crescere Insieme e la collaborazione di Mafalda. LEGGI TUTTO »

migranti | Pane, pomodoro e pace

pane rifugiatiAdamo ha 22 anni e viene dal Niger. Durante un attacco al villaggio in cui abitava da parte di Boko Haram, suo padre è rimasto ucciso. Adamo è scappato in Libia, con sua madre e suo fratello. Lì, sulla sponda libica, è stato buttato su una nave diretta in Europa. Da quel giorno non ha più notizie dei suoi familiari.

Adesso Adamo fa il pane. E non è il solo. Sono 22 i migranti panettieri che hanno alle spalle storie simili a quella di Adamo, rifugiati e richiedenti asilo accolti nel centro Fenoglio di Settimo Torinese. LEGGI TUTTO »

comunità mafalda | Un’educatrice si racconta

maria chiaraAvevo nove anni - sono passati trent’anni da allora - quando per la prima volta ho sentito parlare delle comunità, che allora erano collegi. Nella mia classe sono arrivate un gruppo di bambine che vivevano in un collegio gestito da suore poco distante da dove abitavo. Non si poteva entrare nella loro casa e loro non potevano venire a giocare da me. Ma raccontavano molto di sé a noi compagni di scuola. Ci dicevano che a casa loro i grandi si occupavano dei più piccoli, che si dormiva in camerette con tanti letti a castello, che non c’erano giochi personali, ma ogni cosa apparteneva a tutti, anche i vestiti. A Natale, alcune di loro rientravano in famiglia, ma la maggior parte restava con le suore. Non so se ricevessero regali, di questo non hanno mai parlato.  LEGGI TUTTO »

archivio notizie