Franco e Andrea: la forza della vita, la bellezza di un sogno

1701005-andrea_6Chi sono Franco e Andrea Antonello? Sono un padre e un figlio, innanzitutto. Ma anche molto altro, almeno a nostro parere. In poche parole sono la vita che si frantuma, e poi si aggiusta, si flette, e infine cambia, rende diversi. Migliori, forse. Ma senza la certezza che questo sia per sempre, se non si ha la disponibilità a ripartire, ogni volta, da capo.

L'esistenza di Franco si trasforma, come si può trasformare un paesaggio travolto da un uragano, quando un medico emette una terribile diagnosi su suo figlio Andrea: autismo. Franco reagisce con la forza dell'amore, diventando un cavaliere che lotta per suo figlio, cercando in ogni modo e con ogni mezzo di liberare Andrea dal castello che lo imprigiona.

Franco, fin da subito, dà un respiro più ampio alla sua esperienza, dando vita alla fondazione I bambini delle fate che si occupa di progetti destinati alla ricerca e all'assistenza verso i bambini con disabilità come l'autismo. In Italia, i bambini autistici sono circa 450 mila. L'obiettivo di Franco è quello di cercarli e dare loro l'opportunità di entrare in contatto con le persone e con il mondo che li circonda. Cosa difficile, ritenuta impossibile solo fino a poco tempo fa, per una persona affetta da autismo.

Dal momento del verdetto del medico, per Franco e Andrea ha inizio un viaggio. Un viaggio a due. Fatto sostanzialmente di terapie, dalle più tradizionali a quelle sperimentali.

Poi, in un dato momento, i tempi divengono maturi perché ne cominci un altro, di viaggi. E padre e figlio si mettono a cavallo di una moto e attraversano l'America, perdendosi nelle foreste del Guatemala. Su questa storia, è uscito un libro, Se ti abbraccio non aver paura, scritto da Fulvio Ervas.

Ervas ha conosciuto Franco Antonello al tavolino di un bar ed è "rimasto incantato dalla sua energia, dal coraggio di quel padre che ama disperatamente suo figlio e vuole regalargli a ogni costo tutta la vita che può, tutta la bellezza che può: in barba a quell'autismo maledetto […] La mente di Fulvio parte, elabora immagini, corre con quell'Harley Davidson su strade a perdita d'occhio. Segue la danza di Andrea, che sembra sempre sul punto di spiccare il volo. Trasforma il racconto di Franco in un romanzo che affonda nel cuore e fa decollare le emozioni."

Se vuoi saperne di più:
https://www.facebook.com/Franco.Andrea.Antonello
http://www.ibambinidellefate.it/
www.facebook.com/pages/Fondazione-I-BAMBINI-DELLE-FATE/315539980046