l’avventura di un affido

Comunità Crescere Insieme | via Madama, Torino

Questo mese in via Madama gli educatori e i volontari hanno assistito e partecipato a un evento molto particolare: un affidamento. Due dei “nostri” ragazzi sono stati affidati a una famiglia. Non una famiglia ordinaria, ma straordinaria: in questo nucleo sono presenti ben 7 ragazzi in tutto e tra questi anche una figlia naturale (la terza di tre!). La proposta del Servizio di riferimento arriva in modo inaspettato e c’è un cambio di progetto immediato: ci sono troppi ragazzi che hanno bisogno di famiglie. Si corre, si lavora intensamente per la riuscita, per il successo dell’affido, per il benessere dei ragazzi. Gli educatori sono abituati al cambio di rotta progettuale, imparano con il tempo che nulla è così come lo si pensa: la plasticità e il movimento devono essere non solo contemplati, ma calcolati. I nostri ragazzi, no, non ci sono abituati: arrivano già da situazioni precarie, da momenti drammatici in cui, tutto ad un tratto, vengono catapultati in una realtà completamente nuova. In questo ci siamo sperimentati nel corso del mese: trasmettere ed educare (nel senso maieutico del termine) che alcuni cambiamenti non solo sono necessari, ma che portano qualcosa di buono, qualcosa che anche se non si conosce (e per questo fa paura), può essere bello. Un lavoro di sinergie con il Servizio, con la famiglia e con i ragazzi, uniti nel difficile compito di accompagnare, di “af-fidare” il nostro lavoro ad altri. Si sono così verificati due affidi: i nostri ragazzi nella nuova famiglia ed il nostro lavoro che circolava e circola tutt’oggi tra il Servizio Sociale e la famiglia affidataria. Un “meta-affido”, un affido nell’affido. Da qui nasce il progetto di accompagnamento che vede protagonisti i luoghi e le persone che per otto mesi sono stati “casa” per i due ragazzi. Accompagnamento verso un nuovo cammino che profuma di buono, che per una volta tanto ha il gusto di un successo: quello dei ragazzi e del loro futuro. È il caso di dirlo: tutti per uno, uno per tutti! Funziona per davvero!