3 days ago

Crescere Insieme cooperativa sociale

Perché i bambini e i ragazzi, oltre a giocare di persona, amano guardare video di gamers mentre sono impegnati a giocare?
Ecco una possibile risposta da parte di Edugamers for kids 4.0Si chiamano Walkthrough e sono guide strategiche che descrivono la soluzione di un videogioco. Si trovano facilmente su YouTube sotto forma di video e illustrano passo passo lo svolgersi del gioco, le mosse da fare per vincere. Sono uno dei tanti modi che vengono utilizzati dai giocatori per crescere nella loro abilità di gioco. Basta digitare sui motori di ricerca la parola Walkthrough seguita dal nome del gioco di proprio interesse e quasi sicuramente uscirà qualcosa.
Oggi si impara a giocare non solo usando l’esperienza degli amici, ma anche cercando le soluzioni sul web per poi imitarle, provarle e riprovarle sino a padroneggiarle.
Noi genitori ci domandiamo spesso perché i nostri figli passano tutto questo tempo a guardare video di persone che giocano? Ecco qui, almeno in parte, una risposta.
... See MoreSee Less

View on Facebook
AENOR
Privacy Policy

Assistenza alunni disabili, cambiano i criteri di assegnazione delle risorse

Cambiano i criteri di assegnazione delle risorse alle Regioni a statuto ordinario per l'assistenza degli alunni con disabilità. In sostanza, la cifra è la stessa dello scorso anno - 75 milioni - ma diversamente distribuita. Da quest'anno, l'80% delle risorse è ripartito in base al numero degli alunni iscritti mentre il restante 20% in base alla spesa storica. L'anno scorso le percentuali furono rispettivamente 70% e 30%. Nel 2016, 60%-40%, mentre nel 2015 le risorse (15 milioni) furono ripartite considerando unicamente la spesa storica.

Stiamo andando verso una maggiore equità, secondo il presidente della Fish, Vincenzo Falabella. In effetti, suddividere le risorse in base alla spesa storica in molti casi significa semplicemente perpetrare l'inadeguatezza delle risorse assegnate in passato.

Quest'anno quindi la Lombardia avrà 1,1 milioni in meno, il Lazio 869 mila, il Piemonte 426 mila. Emilia Romagna e Toscana, invece, otterranno un surplus di fondo di oltre 800 mila euro.

Le risorse saranno utilizzate per l’assistenza all’autonomia e alla comunicazione personale degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali.

Per approfondire, leggi qui.