3 days ago

Crescere Insieme cooperativa sociale

Perché i bambini e i ragazzi, oltre a giocare di persona, amano guardare video di gamers mentre sono impegnati a giocare?
Ecco una possibile risposta da parte di Edugamers for kids 4.0Si chiamano Walkthrough e sono guide strategiche che descrivono la soluzione di un videogioco. Si trovano facilmente su YouTube sotto forma di video e illustrano passo passo lo svolgersi del gioco, le mosse da fare per vincere. Sono uno dei tanti modi che vengono utilizzati dai giocatori per crescere nella loro abilità di gioco. Basta digitare sui motori di ricerca la parola Walkthrough seguita dal nome del gioco di proprio interesse e quasi sicuramente uscirà qualcosa.
Oggi si impara a giocare non solo usando l’esperienza degli amici, ma anche cercando le soluzioni sul web per poi imitarle, provarle e riprovarle sino a padroneggiarle.
Noi genitori ci domandiamo spesso perché i nostri figli passano tutto questo tempo a guardare video di persone che giocano? Ecco qui, almeno in parte, una risposta.
... See MoreSee Less

View on Facebook
AENOR
Privacy Policy

Hai 31 giorni per dare la tua mano di colore alla nostra comunità 😀

Luca, Francesca, Afrim, Hakima abitano nella nostra comunità per minori. Non è facile, per niente.

A volte si azzuffano tra loro, perché vedi minacce dappertutto, quando riesci appena a stare a galla. Altre volte, invece, si appoggiano l’uno all’altro. E, quando accade, è una pioggia di possibilità.

Noi educatori abbiamo una grande sfida, quella di restituire loro la fiducia perduta negli adulti e nel mondo, costruendo un quotidiano fatto di esperienze normali per dei ragazzini: lo studio, lo sport, i videogiochi, la musica sparata nelle orecchie, le chiacchiere di sera seduti sul letto prima di entrare nel sonno. E poi, ancora, i pomeriggi sulle giostre, le partite della squadra del cuore, le serate al cinema.

Per Luca, Francesca, Afrim, Hakima, però, desideriamo anche qualcos’altro: vogliamo circondarli di bellezza.

“Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore”. Queste parole furono scritte da un giornalista, Peppino Impastato, tanti anni fa.

Le facciamo nostre, nel 2019, convinti che la bellezza sia un motore rigenerativo, una fonte di energia e di resilienza. Anche le nuove scoperte in ambito neuroscientifico vanno in questa direzione: non c’è niente come la bellezza in grado di smuovere le coscienze e di superare le distanze spazio-temporali. Vivere in un ambiente bello stimola visioni positive di sé e di quello che potrà riservare il futuro.

È per questa ragione che a primavera ripristineremo la facciata della nostra comunità. Ma non solo, una volta che l’intonaco sarà a posto, chiederemo a due geniali artisti di street art dell'associazione Il Cerchio e le Gocce di realizzare sull'edificio un gigantesco murales, un’opera d’arte originale e d'impatto come quelle che potete ammirare nel video.

Vogliamo circondare di bellezza Luca, Francesca, Afrim, Hakima e tutti i ragazzi che in futuro abiteranno nella Comunità Crescere Insieme per una parte della propria strada.

Tutto il quartiere si sta mobilitando intorno a questo progetto, attraverso una raccolta fondi attiva sul territorio presso numerosi esercizi commerciali.

Ci darai una mano? Dai anche tu la tua #manodicolore?

Saremo in tantissimi ad esserti grati 😊